Stampa

Pagamento stipendi scuola e AFAM: garantito l'accredito con valuta 23 aprile

News del . Inserita in Scuola

Dopo il problema degli accrediti, la FLC CGIL ha sollecitato il Ministero, che ha inviato la seguente risposta

"Con l'applicazione del regolamento SEPA, dalla rata di aprile, fermo restando la data valuta per l'accreditamento degli stipendi per il giorno 23 di ogni mese, l'effettiva disponibilità delle somme sui conti correnti avviene nell'arco dell'intera giornata, in relazione alle diverse modalità operative degli istituti bancari.
Pertanto l'accredito può risultare differenziato da un istituto all'altro.
Con l'occasione si informa che questa Direzione, a seguito di alcuni inconvenienti tecnici, sta effettuando gli interventi necessari per il ripristino delle normali funzionalità del portale NoiPA nel più breve tempo possibile. Ci scusiamo per il disagio.
"

Quindi i pagamenti avverranno tutti con valuta 23 aprile anche se l'effettivo accredito potrebbe avvenire nel corso di tutta la giornata

Stampa

Organici secondaria 2° grado

News del . Inserita in Scuola

Scadenza 26 aprile devono essere presentati gli organici delle scuole secondarie di secondo grado. Molte le criticità, dalle classi atipiche (lo stesso insegnamento può essee associato a classi diverse)  alla definizione delle quote di autonomia, con la complicazione della fomazione professionale in regime surrogatorio integrativo. 

In parole povere: se appartieni a classi atipiche o sei in istituti professionali stai attento e pretendi la discussione negli organi collegiali, in modo da saper quello che ti succeederà... Di questi periodi è molto facile diventare sovrannumerari.

Alleghiamo la circolare del Dirigente UAT Caserta. Riteniamo cosa utile per i molti chiarimenti riportati allegare per gli interessati anche la circolare dell'UAT Roma.

Ovviamente rimaniamo a disposizione per le molte criticità che potranno presentarsi.

Stampa

TFA Speciali : pubblicate dal MIUR le FAQ

News del . Inserita in Scuola

TIROCINI FORMATIVI ATTIVI SPECIALI : pubblicate le FAQ dal MIUR

CHI PUO’ ISTITUIRE E ATTIVARE I PERCORSI FORMATIVI ABILITANTI SPECIALI?
              
Gli atenei e le istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica sedi dei corsi biennali di secondo livello a indirizzo didattico di cui al decreto del Ministro dell'Università e della Ricerca 28 settembre 2007, n. 137, purché sedi di Dipartimenti di didattica della Musica, e al decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82.

QUALI SONO GLI ANNI ACCADEMICI DI ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE DEI PERCORSI FORMATIVI ABILITANTI SPECIALI?

AA.AA. 2012/2013 - 2013/2014 - 2014/2015.

CHI PUO’ PARTECIPARE AI PERCORSI FORMATIVI ABILITANTI SPECIALI?

I docenti non di ruolo, compresi gli insegnanti tecnico pratici, in possesso dei titoli di studio previsti dal D.M. n.39/1998  e dal D.M. n.22/2005 che abbiano maturato, a decorrere dall’anno scolastico 1999/2000 fino all’anno scolastico 2011/2012 incluso, almeno tre anni di servizio in scuole statali, paritarie ovvero nei centri di formazione professionale, limitatamente ai corsi accreditati per l’assolvimento dell’obbligo scolastico.
      


QUALI SONO I SERVIZI VALIDI?

L’aspirante deve aver prestato servizio per almeno tre anni, ognuno dei quali su una specifica classe di concorso. Almeno un anno di servizio deve essere stato prestato sulla classe di concorso per la quale si chiede l’accesso al percorso formativo abilitante speciale.
Ciascun anno scolastico dovrà comprendere un periodo di almeno 180 giorni ovvero quello valutabile come anno di servizio intero, ai sensi dell’art. 11, comma 14, della Legge n. 124/1999.
Il suddetto requisito si raggiunge anche cumulando servizi prestati, nello stesso anno e per la stessa classe di concorso o posto, nelle scuole statali, paritarie e nei centri di formazione professionale.

 COME E’ VALUTABILE IL SERVIZIO NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE?

Il servizio prestato nei centri di formazione professionale deve essere riconducibile a insegnamenti compresi in classi di concorso e prestato nei corsi accreditati dalle Regioni per garantire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione a decorrere dall’anno scolastico 2008/2009.

E’ VALIDO IL SERVIZIO PRESTATO NEL SOSTEGNO?

SI, alle stesse condizioni del servizio prestato su classi di concorso, avendo come riferimento la graduatoria che ha costituito titolo di accesso al servizio sul sostegno.

E’ NECESSARIO OPTARE PER UNA SOLA CLASSE DI CONCORSO?

SI - Gli aspiranti che abbiano prestato servizio in più anni e in più di una classe di concorso optano per una sola di esse, fermo restando il diritto a conseguire ulteriori abilitazioni nei percorsi di tirocinio ordinari

QUALI SONO LE CLASSI DI CONCORSO RICHIEDIBILI?

Quelle previste nelle tabelle A, C e D allegate al D.M.39/98.

COME VA INOLTRATA LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE?

La domanda di partecipazione dovrà essere inoltrata agli Uffici Scolastici Regionali tramite apposita istanza online.

SONO PREVISTI PERCORSI SPECIALI PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA E PER LA SCUOLA PRIMARIA?

SI, gli aspiranti in possesso dei titoli di studio conseguiti al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali di scuola magistrale e dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell'istituto magistrale, iniziati entro l'anno scolastico 1997-1998, o comunque conseguiti entro l'a.s. 2001-2002, che hanno maturato almeno tre anni di servizio specifico  nella scuola dell’infanzia o nella scuola primaria, hanno diritto all’accesso ai corsi speciali previsti dall’art. 15, comma 16 del D.M. 249/2010. Il titolo conseguito al termine del percorso dà diritto all’accesso alla seconda fascia delle graduatorie d’istituto.

SI POSSONO CUMULARE GLI ANNI DI SERVIZIO PRESTATI NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E NELLA SCUOLA PRIMARIA?

SI, fermo restando che, ai fini del computo dei tre anni, per ciascun anno deve essere prestato il servizio nella stessa tipologia di posto.

I TITOLI DI ABILTAZIONE CONSEGUITI AL TERMINE DEI PERCORSI FORMATIVI SPECIALI COME POSSONO ESSERE UTILIZZATI?

I titoli di abilitazione consentono l’inserimento nella seconda fascia delle graduatorie di istituto e costituiscono requisito di ammissione ai futuri concorsi per titoli e per esami e consentono l’assunzione con contratto a tempo indeterminato nelle scuole paritarie.

Stampa

Graduatorie provvisorie I^ posizione economica ATA

News del . Inserita in ATA

In data odierna l'ambito territoriale XIV ha pubblicato le graduatorie provvidorie della 1 posizione economica del personale ATA, entro giorno 15 reclami e ricorsi:

[dalla nota dell'amministrazione]

"Si pregano le SS.LL. di voler notificare al personale interessato, tramite affissione all’albo della scuola, il decreto di pubblicazione e le relative graduatorie provvisorie.

Da un primo esame delle graduatorie di assistente amministrativo e tecnico si evidenziano punteggi eventualmente non conformi allo stato giuridico degli aspiranti, pertanto, al fine di evitare inutili contenziosi si ribadisce alle SS.LL. , per chi non avesse provveduto, l’importanza dei controlli in merito alla corrispondenza dei titoli dichiarati con quelli effettivamente posseduti dal personale interessato, con particolare riguardo agli incarichi specifici artt. 50 e 47 e alle attività di formazione, come già richiesto con nota n. 3004 del 26/03/2013.

Le eventuali rettifiche da apportare, così come eventuali reclami degli interessati, devono pervenire allo scrivente, tramite la scuola di servizio, entro e non oltre il 15 c.m.

Relativamente alle comunicazioni già trasmesse dalle SS.LL. e che non risultano ancora acquisite, si fa presente che l’Ufficio provvederà non appena sarà nuovamente disponibile la funzione di rettifica.

Si confida in un puntuale adempimento e si ringrazia per la collaborazione."

Stampa

L’ISTRUZIONE DEGLI ADULTI NEI CPIA Seminario di approfondimento sulla nuova legge sull’istruzione degli adulti e l’apprendimento permanente

News del . Inserita in Scuola

Seminario di approfondimento Proteo Fare Sapere – FLC CGIL

VENERDI’ 12 APRILE 2013     Salone CGIL “G. Federico”    Via Torino, 16 - NAPOLI

Della nuova legge su “Istruzione degli adulti e apprendimento permanente” non ci sfuggono né gli elementi di contenimento delle spese in tempo di crisi né alcuni limiti strutturali. Riteniamo però che, a partire dall’autonomia riconosciuta al settore con la costituzione dei CPIA, essa contenga anche elementi di novità e opportunità che non vanno lasciati cadere e che anzi costituiscono gli elementi per un arricchimento professionale volto alla soddisfazione dei nuovi bisogni educativi di una società globalizzata e multiculturale.

IL programma

15.00   Accoglienza e registrazione partecipanti
15,30 inizio lavori
 Le ragioni del seminario
Pino Patroncini Coordinatore Proteo Nazionale
              La nuova legge.  Quali opportunità?
Giuseppe Farella, Presidente Proteo Napoli
              L’istruzione degli adulti: politiche e pratiche in Europa
Antonella Turchi, Esperta di sistemi scolastici europei INDIRE/Eurydice
              Tra ristrutturazione e nuove opportunità: condizioni e ruolo degli operatori scolastici
Anna Fedeli, Segretaria nazionale FLC CGIL
              Educazione degli Adulti in Campania
Luisa Calise, Referente EDA USR Campania
                        DIBATTITO
Porteranno un contributo al dibattito
Francesco Susi, già Preside della Facoltà di Scienze della Formazione Università Roma Tre
Conclusioni
Giuseppe Vassallo, Segretario generale FLC Campania
18,30 Chiusura lavori e consegna attestati

Stampa

Scatti di anzianità: a maggio il pagamento

News del . Inserita in Scuola

Scatti di anzianità: a maggio il pagamento

Il 5 aprile il sistema NoiPA ha emesso l'avviso di pagamento degli scatti di anzianità, in applicazione del CCNL firmato il 13 marzo 2013 relativo al personale del comparto scuola. Il pagamento avverrà sulla rata di maggio 2013, con liquidazione di eventuali arretrati in occasione dell'emissione urgente del 17 aprile prossimo. Le attività di elaborazione riguardanti il pagamento sono programmate per venerdì 12 aprile, subito dopo la chiusura delle linee del sistema informativo.

Si conclude questo passaggio sulla vicenda scatti lasciando però ancora tutta aperta la partita per il recupero delle utilità del 2012 e quello degli anni in avvenire.
La nostra posizione, anche a fronte del risultato della consultazione certificata dei lavoratori, è stata chiara ed univoca poiché l'accordo sana solo l'anno 2011 a carico del salario accessorio.
Per noi il blocco degli scatti va rimosso senza far gravare il ripristino a carico del salario accessorio di altri lavoratori, penalizzando la contrattazione integrativa, che serve proprio a potenziare l'organizzazione del lavoro di ogni singola istituzione scolastica e la valorizzazione professionale dei lavoratori, da oggi fino ai prossimi anni.

A questo punto riteniamo imprescindibile rinnovare il contratto di lavoro poiché è lo strumento per rispondere a questo grave momento di emergenza salariale nei settori della conoscenza.


FLC CGIL nazionale

Stampa

Proroga delle funzioni POLIS per l’invio delle domande di mobilità nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.

News del . Inserita in Scuola

Proroga delle funzioni POLIS per l’invio delle domande di mobilità nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.

___________________________________________-

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione generale del personale scolastico 
Ufficio IV

 

Roma, 9 aprile 2013

Oggetto: Proroga delle funzioni POLIS per l’invio delle domande di mobilità nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.

 

Al fine di consentire la completa e corretta conclusione delle operazioni di compilazione ed inoltro on line delle domande di trasferimento e di passaggio da parte del personale docente della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, si comunica che le funzioni saranno disponibili fino alle ore 18 dell’11 aprile 2013.

IL DIRETTORE GENERALE 
f.to Luciano Chiappetta

Stampa

Personale ATA: la FLC CGIL ottiene l'incontro al MIUR per affrontare i problemi del settore

News del . Inserita in ATA

[dal sito nazionale]

Per giovedì 11 aprile alle ore 15 è stato fissato un incontro al MIUR sui temi relativi al personale ATA (di ruolo e non di ruolo).

La FLC CGIL si è fortemente battuta in questi ultimi mesi per ottenere un tavolo specifico permanente su tutte le questioni ATA. Il confronto è aperto su tutte le emergenze del settore: organici, immissioni in ruolo, molestie burocratiche, pagamento stipendi ai supplenti, pagamento indennità di funzioni superiori, mancata definizione del compenso dell'indennità di reggenza ai DSGA su scuole dimensionate.
La grave discriminazione sociale - il decreto sugli inidonei va ritirato e cancellata la norma di riferimento - di cui è oggetto il personale ATA delle scuole, ci impone un serio e continuativo impegno nell'affrontare e risolvere tutte le problematiche del settore, al fine di assicurare valorizzazione professionale dei lavoratori, continuità organizzativa e qualità del servizio scolastico.

Prima di questo appuntamento la FCL CGIL effettuerà davanti al MIUR un presidio nazionale il 10 aprile 2013 per "rivendicare piani di stabilizzazione dei precari e aumento degli organici in tutti i comparti della conoscenza".

Stampa

A.S. 2012/2013 - Saldo MOF lordo stato e lordo dipendente

News del . Inserita in Scuola

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio
Ufficio VII




AVVISO

PROT. n. 2124 del 3 aprile 2013

OGGETTO: A.S. 2012/2013 - Saldo MOF lordo stato e lordo dipendente


Si fa seguito all’Intesa sottoscritta con le OOSS del Comparto scuola in data 19 marzo 2013 a seguito della sottoscrizione del CCNL del 13 marzo 2013, e con la presente si rendono noti gli importi a saldo del MOF per l'a.s. 2012/2013 (sia al lordo stato DDG 26 marzo 2013, sia al lordo dipendente DDG 27 marzo 2013), finalizzati a retribuire gli Istituti contrattuali del personale del comparto scuola.
Si conferma che come per l’acconto anche per il saldo tutti i dati fanno riferimento all’organico di diritto, ad eccezione dei posti di sostegno della scuola secondaria di secondo grado , che sono stati considerati nella misura del 60% dei posti comunicati in organico di fatto al SIDI.
Si fa riserva di specifica comunicazione a ciascuna scuola degli importi già caricati al Sicoge con il riferimento a capitoli e piani gestionali.

Stampa

10 aprile... presidio PRECARI scuola a Roma

News del . Inserita in Scuola

Mercoledì 10 aprile 2013 alle 14 è stato indetto un presidio a Roma presso il Ministero dell'Istruzione. "La FLC CGIL - dichiara Domenico Pantaleo - riparte con le iniziative di lotta in tutti i comparti della conoscenza per conquistare maggiori investimenti, una legge nazionale per il diritto allo studio, il superamento del precariato, il rinnovo dei contratti nazionali e un welfare inclusivo e universale".

Pubblicizza l'iniziativa tra iscritti e simpatizzanti scaricando i volantini in allegato.

Per adesioni e informazioni tel 08231870356 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Immagine

Stampa

TFA SPECIALI: l'incognita della prova "non selettiva"

News del . Inserita in Scuola

[dal sito nazionale]

Come avevamo anticipato, il Ministro ha deciso di introdurre nel decreto organizzativo dei TFA speciali, una prova preliminare, definita "non selettiva" e che avrebbe dovuto semplicemente regolamentare i tempi di accesso alla procedura, come stabilito dal regolamento.

Invece nel testo firmato dal Ministro la prova, valutata oltretutto in maniera molto restrittiva, entra a far parte del punteggio finale di abilitazione incidendo per ben il 35%.

Il Decreto organizzativo, va ben oltre quanto previsto dal regolamento, modificando surrettiziamente la tabella 11-bis. Si tratta di un eccesso di delega sul quale stiamo verificando una eventuale impugnativa.

La prova preliminare consiste in 70 quesiti a risposta multipla (30 di logica, 30 di comprensione del testo e 10 di lingua straniera [inglese per la primaria]).

La valutazione della prova è estremamente restrittiva: fino a 42 risposte esatte il punteggio è 0 (zero), alle risposte esatte oltre le 42 si assegna 1,25 punti, le risposte errate prevedono una penalizzazione di -0,5. Il punteggio massimo è di 35 punti.

Sulla base del punteggio ottenuto si effettuerà la ripartizione tra i contingenti del 2013/14 e 2014/15 dei corsi, quando sarebbe stato più semplice e veloce utilizzare l'anzianità di servizio.

In effetti l'obiettivo non è solo la regolamentazione degli accessi, ma una pesante ipoteca sul voto finale e perfino sulla possibilità di abilitarsi.

Nella modifica alla tabella 11-bis, che come abbiamo detto si configura come illegittima, il punteggio della prova preliminare incide per ben 35 dei 100 punti complessivi previsti.

Ancora una volta, prevale il pregiudizio nei confronti dei precari, come se le scuole in questi anni avessero fatto lavorare degli incompetenti che casualmente si sono trovati ad insegnare e che quindi, malgrado il Parlamento abbia espresso pareri concordi sull'opportunità di garantirne l'abilitazione, vadano comunque ostacolati.

Se il Ministro, invece degli annunci di improbabili futuri concorsi, si fosse preoccupato di accelerare l'iter di questo provvedimento, attivandolo contestualmente ai primi TFA ordinari, probabilmente non saremmo in questa situazione che determinerà nuove lotte fratricide e notevole contenzioso.

C'è anche da sottolineare che l'indicazione degli anni accademici 2013/14 e 2014/15 per i TFA speciali è in aperto contrasto con la scelta di non valutare l'anno scolastico 2012/13 che era stata motivata proprio dall'attivazione a partire dal corrente anno accademico.

Questa scelta inciderà anche sull'attivazione dei TFA ordinari che a questo punto probabilmente salteranno un anno e saranno riattivati solo nel 2013/14.

Stampa

mobilità.... ISTRUZIONI PER L'USO

News del . Inserita in Scuola

PER I NOSTRI UTENTI RACCOMANDIAMO VIVAMENTE DI VENIRE NEI NOSTRI UFFICI CON IL FILE DELL'ALLEGATO D (DICHIARAZIONE SERVIZI) COMPILATO. Occorre dunque scaricarlo (in allegato il modello), COMPILARLO e portarlo in sede in una pen-drive oppure inviarcelo via mail.

Si ricorda a chi è in organico DOP o DOS di compilare anche il modello j11 che va consegnato, provvisto di allegati, al dirigente della scuola di servizio.

Qui sotto potete scaricare  allegato D e modello j/11

Stampa

Attenzione: riconoscimento giuridico ATA 24 mesi dal 1° settembre 2012

News del . Inserita in ATA

Su richiesta della FLC CGIL il muir emana una direttiva utile a far valere in sede di conciliazione il riconoscimento giuridico di quanti, inseriti nella grad. 24 mesi ata, hanno subito ritardi di nomina per i contratti fino all'avente diritto causa questione inidonei. Gli interessato potranno recarsi nelle nostre sedi e proporre con la FLC tentativo di conciliazione.

In allegato la nota del MIUR del 22 marzo

Stampa

Attenzione: riconoscimento giuridico ATA 24 mesi dal 1° settembre 2012

News del . Inserita in Scuola

Su richiesta della FLC CGIL il muir emana una direttiva utile a far valere in sede di conciliazione il riconoscimento giuridico di quanti, inseriti nella grad. 24 mesi ata, hanno subito ritardi di nomina per i contratti fino all'avente diritto causa questione inidonei. Gli interessato potranno recarsi nelle nostre sedi e proporre con la FLC tentativo di conciliazione.

In allegato la nota del MIUR del 22 marzo

Stampa

La Valutazione. Proteo Fare Sapere organizza un corso di formazione

News del . Inserita in Scuola

Hotel Oriente - Vico Equense (NA)
18 – 19 aprile 2013

SEMINARIO DI STUDI
VALUTAZIONE ... DICIAMOCI TUTTO

Inizio giovedì 18 aprile ore 15.00 - 19.30
Coordina:Carmine Gonnella, Proteo Campania

Le ragioni del Seminario - Giuseppe Vassallo, Segretario

Generale FLC CGIL Campania

SALUTI:
Diego Bouché   Direttore USR Campania

INTERVENTI
-
I dati disponibili, Pino Patroncini, Direttore di Proteo Fare

Sapere
-
Valutazione di sistema, linee di tendenza, processi in atto,

Giancarlo Cerini, Dirigente Tecnico Miur
-
Quando la valutazione è ricerca, Mario Ambel, CIDI


Idee e proposte per valutare l’insegnamento, Antonio

Maiorano, CIDI Napoli
-
Valutazione numerica e prove Invalsi nel primo ciclo: le

criticità,  Antonio Petrillo,  Proteo Campania


Il dilemma della valutazione, Benedetto Vertecchi, Università

degli Studi Roma Tre

La valutazione a scuola: questioni aperte, Caterina Gammaldi,

CIDI

La valutazione come strumento di miglioramento delle scuole,

Bruno Losito, Università degli Studi Roma Tre


Quadri di riferimento per la valutazione: la rilevazione

degli apprendimenti, Roberto Ricci

Obbligo di istruzione e certificazione delle compet
enze, Antonio Rea, Docente Sec.Sup.
-
La valutazione dei Dirigenti scolastici: chi valuta
cosa? –  Giuseppe Tranchini, Dirigente scolastico

Tavola rotonda:
La valutazione: tema cruciale, impegno condiviso
Intervengono:
Beppe Bagni, Presidente nazionale CIDI -
Antonio Bettoni,Presidente nazionale Proteo Fare Sapere –
Diana Cesarin, FLC CGIL nazionale -
Giuseppe Desideri, Presidente nazionale AIMC -
Gregorio Iannaccone, Presidente Nazionale ANDIS –
Mario Russo, CGD  nazionale

Conclusioni:
Gianna Fracassi, Segretaria nazionale FLC CGIL

Stampa

Personale ATA: le nostre battaglie

News del . Inserita in ATA

[dal sito nazionale]

Le nostre rivendicazioni, le nostre azioni, i nostri risultati

Sono anni che la FLC CGIL è impegnata sul fronte delle emergenze che interessano il personale  ATA della scuola che sta pagando un prezzo altissimo delle sciagurate politiche scolastiche degli ultimi due governi: emergenza occupazionale, salariale, ma anche restringimento e negazione dei diritti nel lavoro.

Le problematiche degli  ATA sono state centrali nelle rivendicazioni e nelle iniziative che, anche da soli nel panorama sindacale, abbiamo portato avanti contro lo smantellamento della scuola pubblica e dei diritti dei lavoratori.
Abbiamo voluto dare voce e importanza a una parte del mondo della scuola, il lavoro amministrativo, tecnico e ausiliario, che, nonostante sia fondamentale per il funzionamento del sistema, è troppo spesso e colpevolmente tenuto in ombra.

Ultimamente l'attenzione e le iniziative si sono concentrate, in particolar modo, sulla stabilizzazione di tutti i precari, senza distinzione di profilo, e sulle immissioni in ruolo e il rispetto del piano pluriennale nella scuola, fermando, al contempo, la sciagurata operazione del transito forzato dei docenti inidonei nei profili ATA.

Stabilizzazioni e immissioni in ruolo sono due impegni che abbiamo chiesto il 14 febbraio scorso alle forze politiche impegnate in campagna elettorale e che ripresenteremo al prossimo governo.

Diamo di seguito una sintesi del lavoro e delle iniziative a favore del personale  ATA, sapendo che non sarà certo esaustiva degli sforzi quotidiani che questo sindacato sta compiendo anche nei territori.

Scarica il documento in versione .pdf

Tagli agli organici ATA. Abbiamo presentato ricorso al Tar contro il Miur (Legge 133/08 Gelmini) ottenendo la rimessione alla Corte Costituzionale. Siamo in attesa della fissazione dell'udienza. Questa battaglia legale ha costretto il governo Monti (decreto sulla crescita) a fissare per legge il principio degli organici funzionali consentendoci il recupero di oltre 1.000 posti ATA in organico di fatto.

Stabilizzazioni 2013/2014. Presentata diffida legale al Miur per l'attuazione del piano triennale  di immissioni in ruolo ATA. Abbiamo affiancato all'iniziativa legale gli scioperi del 12 ottobre, 14 e 24 novembre 2012, presidi di denuncia, sit-in e flash-mob a livelli territoriale e nazionale del 13 dicembre 2012.

I diritti portati nelle sedi dei tribunali. Stabilizzazione personale e riconoscimento scatti di anzianità del personale precario: subito dopo l'approvazione del collegato lavoro (legge Sacconi), abbiamo promosso una vasta campagna vertenziale per chiedere la stabilità del personale precario con più di 36 mesi di servizio, riportando vittorie in quasi tutte le sedi dei tribunali. Questa campagna è tuttora aperta. I lavoratori  ATA precari possono rivolgersi presso le nostre sedi locali per ottenere l'assistenza legale. La FLC CGIL andrà anche a Strasburgo per difendere le ragioni dei precari in seguito a un ricorso contro la reiterazione dei contratti a termine.

Transito forzoso docenti inidonei e ITP sui ruoli ATA. Presentata diffida legale ai due Ministeri (Miur e Mef) per cancellare questa norma illegittima introdotta dalla legge sulla spending review; presentazione alla commissione cultura della Camera di un emendamento per modificare la spending review e far introdurre nella Legge di stabilità la dispensa dal servizio per motivi di salute e un piano di ricollocamento ad hoc da parte del Ministero. Questo emendamento è stato stralciato dalla commissione bilancio, rifiuto inspiegabile dal momento che avevamo proposto misure alternative per dare copertura finanziaria alle nostre proposte, tra cui, ad esempio, la cancellazione dei revisori dei conti con l'affidamento delle funzioni a personale della scuola in esubero, ma provvisto dei necessari requisiti professionali (es. docenti di materie giuridiche ed economiche). Subito dopo l'approvazione della spending review il segretario generale della FLC CGIL ha scritto una lettera-appello a Monti affinché fermasse l'operazione vergognosa degli inidonei verso i profili ATA. La FLC CGIL ritiene questa norma indecente, perché attacca contemporaneamente il diritto alla salute, la professionalità di docenti e  ATA e la funzionalità dei servizi scolastici. Nessun'altra organizzazione sindacale ha diffidato legalmente i ministeri interessati per impedire che questa operazione entrasse in vigore già a settembre 2012. Ma tutto questo non basta: il nostro obiettivo è ottenere la soppressione tout court di questa disposizione.

Dimensionamento della rete scolastica. Abbiamo presentato emendamenti alla Legge di Stabilità. Anche in questo caso avevamo chiesto l'attenuazione della folle norma sul dimensionamento che ha falcidiato migliaia di posti di Dsga, dirigenti scolastici e collaboratori scolastici. Il nostro emendamento era stato inizialmente accolto, ma successivamente è stato stralciato perché ritenuto “microsettoriale”. La nostra azione di pressing sulle regioni, tramite le FLC CGIL territoriali, ha dato dei buoni frutti: in molti casi i piani di dimensionamento approvati per l'anno scolastico 2013/2014 sono stati attenuati e di molto.

Incarichi dei Dsga su due scuole. La rovinosa e affrettata operazione di dimensionamento delle istituzioni scolastiche conseguente alla Legge 111/11 ha determinato la creazione di scuole “sottodimensionate” che non possono avere dirigenti e DSGA titolari, ma solo reggenti. La FLC CGIL è stata l'unica organizzazione sindacale che ha sollecitato più volte il Ministro chiedendo l'atto di indirizzo per aprire la specifica sequenza negoziale che sancisca la giusta retribuzione per questa gravosa incombenza.

Pagamento indennità funzioni superiori svolte dagli assistenti amministrativi e loro stabilizzazione. Abbiamo promosso e vinto numerosi ricorsi per decreti ingiuntivi. Miur e Mef per fermare le nostre vittorie in sede legale hanno introdotto una norma nella Legge di Stabilità che riduce il compenso per i sostituti dei Dsga, prevedendo addirittura il taglio retroattivo sugli stipendi. Contro questa ingiustizia ci batteremo fino ad arrivare alla Corte Costituzionale. Si tratta in gran parte di colleghi che da molti anni svolgono le funzioni superiori - alcuni hanno superato il test preselettivo e la formazione per il passaggio al profilo superiore - ma il Miur, pur di speculare sulla loro pelle, nega una sistemazione stabile a questi colleghi. In assenza di una soluzione contrattuale porteremo davanti a giudici questo colpevole e omissivo comportamento del Miur. A questo proposito le nostre sedi sindacali sono attrezzate per dare la consulenza legale ai lavoratori.

Bando di concorso per Dsga. Anche questa vergogna deve finire: si bandisca subito il concorso e si immettano in ruolo i Dsga sui posti liberi per dare stabilità e continuità alla gestione dei servizi amministrativi.

Nomine assistenti amministrativi e tecnici “fino all'avente diritto”. Abbiamo richiesto al Miur e ottenuto il pieno riconoscimento del servizio a favore di quel personale che pur trovandosi in posizione utile nelle graduatorie permanenti (24 mesi) non è stato nominato perché l'utilizzo della formula “nomina fino all'avente diritto” ha impedito la regolare copertura dei posti liberi. È solo merito della FLC CGIL se questi colleghi potranno recuperare il punteggio dei mesi di lavoro perduto. Vedi nota Miur 2932 del 22 marzo 2013.

Professionalità, formazione e contratto. Abbiamo presentato (assieme all'associazione Proteo Fare Sapere) un piano formativo nazionale per la valorizzazione della professionalità ATA. Abbiamo rivendicato risorse aggiuntive e stanziamenti certi da destinare alla contrattazione nazionale e integrativa per il riconoscimento della professionalità e consentire una formazione in servizio costante dei lavoratori amministrativi, tecnici e ausiliari. Riconoscimento delle professionalità e del valore del lavoro nei servizi sono, secondo noi, basilari per assicurare innovazione e qualità ai processi a supporto della didattica, ma anche per rispondere a esigenze organizzative sempre più complesse (dematerializzazione, nuove tecnologie, integrazione scolastica). Le nostre sedi territoriali e regionali sono impegnate a promuovere incontri di formazione per dare sostegno al lavoro di Dsga, assistenti tecnici, assistenti amministrativi e collaboratori scolastici.

Ruolo educativo del personale ATA. Su questo tema abbiamo organizzato un seminario nel luglio 2012 a Firenze, punto di partenza di un'elaborazione che accompagni la campagna contro la discriminazione sociale degli ATA dentro e fuori la scuola.

Organi collegiali, rappresentanza e partecipazione. Ci siamo battuti anche con la presentazione di emendamenti, alcuni dei quali accolti, affinché fosse rimossa l'esclusione del personale ATA dal governo della scuola. È una linea che riproporremo appena il Parlamento ridiscuterà la riforma degli organi collegiali.

Molestie burocratiche e certezza finanziamenti. Siamo l'unica organizzazione sindacale ad avere organizzato ben tre sit in davanti al Miur per chiedere finanziamenti pubblici all'offerta formativa denunciando lo scandalo del mancato pagamento dei residui attivi vantanti dalle scuole. Su questo tema, in occasione del seminario nazionale sul programma annuale 2013 svoltosi a Firenze lo scorso mese di novembre, abbiamo lanciato un appello da inviare ai vertici istituzionali e politici. Grazie alla nostra azione abbiamo ottenuto la certezza dei finanziamenti su alcune voci come le supplenze saltuarie, e lo spostamento di alcune spese a carico di altri enti (Tarsu, visite fiscali, mensa, pagamento maternità, supplenti, ecc).

Divieto di monetizzazione ferie. Abbiamo promosso numerosi ricorsi contro questa misura introdotta dalla spending review, come risulta dalle notizie pubblicate sul sito. Adesso solleveremo la questione di legittimità costituzionale della legge di stabilità che, forzando il contratto di lavoro, impedisce il pagamento delle ferie ai supplenti temporanei che non possono fruirle durante il periodo di servizio. I lavoratori interessati potranno rivolgersi alle nostre sedi locali per ottenere la tutela dei loro diritti.

Non si esauriscono qui le nostre richieste a sostegno del personale ATA sempre più discriminato e meno ascoltato

Sono ancora molte le questioni irrisolte - dal taglio degli organici all'aumento dei carichi di lavoro alle molestie burocratiche, al rinnovo del Ccnl, dalle risorse alle retribuzioni alle questioni legate al salario accessorio - che gravano sui lavoratori ATA e sulle quali abbiamo chiesto e ottenuto l'apertura di un tavolo specifico al Miur, anche se sappiamo bene che su molte materie a decidere è il Mef. E infatti, spesso, è questo ministero la nostra vera controparte.

Ma chiunque sia l'interlocutore, non intendiamo desistere né mollare. Il prossimo appuntamento è il presidio nazionale del 10 aprile 2013 sotto il Miur per "rivendicare piani di stabilizzazione dei precari e aumento degli organici in tutti i comparti della conoscenza".  

Seguiteci quotidianamente su questo sito, dove troverete gli aggiornamenti di notizie, le nostre denunce, i chiarimenti su tutte le questioni economiche, giuridiche e retributive che riguardano i lavoratori ATA.

Stampa

Ripristinato il servizio appuntamenti

News del . Inserita in Scuola

Attenzione: gli iscritti alla FLC potranno registrarsi su questo sito e quindi, loggandosi, accedere al servizio appuntamenti, ora ripristinato.    In tal modo potremo fornirvi una assistenza migliore, diminuendo i tempi di attesa nelle sedi.

Il servizio è riservato agli iscritti. 

Stampa

Personale inidoneo...firmato il decreto della vergogna. Ma non è ancora efficace perché deve essere controfirmato sia dal ministro dell’Economia che dal ministro della Funzione Pubblica

News del . Inserita in ATA

[dal sito nazionale]

Nella mattinata di oggi, 21 marzo 2013, il MIUR ha consegnato ai sindacati il testo del decreto firmato dal Ministro Profumo che dà attuazione al disposto della legge n. 135 del 7 agosto 2012, la quale ha previsto il passaggio dei docenti inidonei fuori ruolo della scuola ed i titolari nelle classi di concorso C999 e C555 nei ruoli ATA. Dall’ultima rilevazione fatta dal MIUR (del 13 marzo 2013) questo provvedimento riguarderà, ad oggi, 3.084 docenti inidonei, 460 titolari sulla C999 e 28 titolari sulla C555.

Il ministro Profumo, il giorno prima delle sue dimissioni assieme a quelle di tutto il Governo, dopo quasi un anno in cui si è preso tempo per cercare di abrogare questa norma di legge vergognosa, decide di compiere questo atto grave.

Un ministro, che è stato inadempiente su tanti obblighi di legge, come ad esempio sull’attivazione dell’organico funzionale e sull’attivazione dell’organico di “reti di scuole” dove questi docenti avrebbero potuto trovare un qualificato utilizzo che avrebbe valorizzato la loro esperienza lavorativa (ed anche in funzioni non didattiche) e le mancate immissioni in ruolo del personale Ata, decide di firmare come suo ultimo atto proprio questo decreto!

Un ministro, che è stato inadempiente su tanti obblighi di legge - ad esempio le mancate immissioni in ruolo del personale Ata, l’attivazione dell’organico funzionale e l’attivazione dell’organico di “reti di scuole” dove questi docenti avrebbero potuto trovare un qualificato utilizzo che avrebbe valorizzato la loro esperienza lavorativa (ed anche in funzioni non didattiche) - decide di firmare come suo ultimo atto proprio questo decreto!

Vergogna!

Va comunque detto che questo provvedimento, ancorché firmato dal ministro Profumo, non è ancora efficace perché deve essere controfirmato sia dal ministro dell’Economia che dal ministro della Funzione Pubblica. Quindi passerà del tempo ancora e la FLC CGIL, dando seguito anche alle diffide già presentate ai vari ministri interessati, continuerà a battersi in tutti i modi, ed in tutte le sedi, sia con il nuovo governo che con il nuovo ministro, perché venga abrogato prima della sua entrata in vigore.

Rispetto al testo della bozza che si conosceva dello scorso autunno, sono confermate le indiscrezioni di cui avevamo dato conto in questi giorni sul sito (vedi correlati).
Nella sostanza, a parte il ripristino della possibilità di richiesta della dispensa da sempre richiesta dal sindacato, le altre modifiche sono sostanzialmente irrilevanti.
Abbiamo anche segnalato all’Amministrazione che diverse parti del decreto sono scritte pure male, alcune sono sbagliate ed altre ingestibili.
Ma di questo se ne “ri-parlerà”, semmai (e noi ci auguriamo mai!), quando il MIUR, se il decreto dovesse diventare definitivo, dovrà emanare la circolare applicativa di accompagnamento.

La FLC CGIL darà mandato ai propri uffici legali di avviare il contenzioso e nei prossimi giorni darà conto delle iniziative di mobilitazione che verranno avviate per bloccare l'attuazione del decreto.

Ti potrebbe interessare...